pubblicità

Downton Abbey 2: da serie a film tra modernità e tradizione

Downton Abbey

Downton Abbey è la serie tv che ha appassionato la Gran Bretagna, diventando un cult sia in patria che a livello internazionale. L’esordio è nel 2010 e si arrivano a produrre ben sei stagioni, ma anche a causa degli alti costi, la serie si interrompe nel 2015. Il pubblico reclama da subito, e a gran voce, il prosieguo delle vicende della famiglia Crawley, conti di Grantham, e così nel 2019 esce nelle sale il primo film. Da pochi mesi la produzione ha ufficialmente annunciato che in estate cominceranno le riprese di una seconda pellicola. È dunque lecito domandarsi quali siano stati i motivi di un successo tanto ampio.

La storia inizia nel 1912 e giunge fino alla metà degli anni Venti. La Prima Guerra Mondiale porta con sé grandi trasformazioni, diventando uno spartiacque per l’economia e la società britannica. Anche la nobiltà verrà travolta dal cambiamento. La famiglia Crawley, prima della guerra, conduce nel castello di Downton Abbey una vita ovattata, rispettando in tutto e per tutto la tradizionale etichetta, fatta di ruoli definiti e conformismo.

Il segreto del successo di Downton Abbey

La Grande Guerra spianerà la strada alla già forte borghesia, metterà in luce la cattiva gestione dei possedimenti nobiliari, portando molte famiglie aristocratiche sul lastrico. La vera rivoluzione sta poi nella diffusione di nuovi ideali, come quelli socialisti e femministi, che reclamano una società più equa e con maggiori diritti.

Anche se non mancheranno alcuni instancabili difensori della tradizione, all’interno di Downton, molti membri della famiglia seguiranno un’evoluzione sorprendente. A questo proposito è necessario menzionare l’elemento che conferisce quel tocco in più alla vicenda, ovvero gli eventi del “piano di sotto”, della folta schiera di domestici. Nelle loro storie si riflette fortemente la voglia di riscatto sociale che i cambiamenti hanno innescato: c’è chi, tra una faccenda e l’altra, inizia a studiare, chi sogna l’America e chi aspira ad un migliore impiego a Londra. Certo, le regali residenze, i suntuosi ricevimenti e gli abiti raffinati affascinano lo spettatore, ma l’ingrediente fondamentale è la continua tensione tra passato e futuro che investe un grande numero di personaggi. E, a proposito di ingredienti, non si può fare a meno di gustare con gli occhi le pietanze preparate dall’esuberante signora Patmore.

Per chi vorrà immergersi in questo spaccato di Inghilterra, Downton Abbey è al momento disponibile sulla piattaforma Amazon Prime Video.

Bianca Crisciotti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: